5 BUONI MOTIVI PER GUARDARE FILM HORROR

 

“We make up horrors to help us cope with the real ones.”

(Stephen King)

 

 

La paura fa paura, lo so.

Ma non devi avere paura… di avere paura.

La paura è una delle emozioni primarie dell’uomo e degli animali. Ha un’importanza fondamentale, perché è direttamente collegata all’istinto di sopravvivenza. Quindi senza paure saremmo fo… fregati.

Ed è proprio per il fatto che la paura fa parte della nostra biologia che non possiamo farne a meno. E, quasi sempre, non vogliamo farne a meno.

Sto parlando dell’attrazione che gli uomini provano da sempre nei confronti del pericolo, del “lato oscuro”, delle montagne russe, delle storie di fantasmi e delle storie di omicidi, nei confronti della cronaca nera, di Quarto Grado e di Chi l’ha visto?… perché l’uomo è per natura ossessionato dalla morte più che da qualunque altra cosa.

Se quello che sto dicendo non fosse vero le opere di Edgar Allan Poe le avrebbe lette solo sua madre.

Lo stesso vale per Lovecraft, King, Stoker, Shelley, Stevenson, Wells, eccetera eccetera…

Di esempi altrettanto eclatanti di questa attrazione verso l’orrorifico ne è piena anche la storia dell’arte: dalle “pitture nere” di Goya a Bosch passando per Bacon, Géricault, Caravaggio, Dalì, e anche qui eccetera eccetera…

 

 

                                                               Francisco Goya – Saturno che divora i suoi figli (1819-1823)

 

                                      Hieronymus Bosch – Pannello laterale destro de Il giardino delle delizie (1480-1490 ca.)

 

                                                                           Salvador Dalì – Volto della guerra (1940-1941)

 

Questa passione (nel vero senso della parola) dell’uomo nei confronti della paura è stata espressa ed apprezzata pressoché in tutti i campi artistici e non poteva non manifestarsi appieno nel cinema, dove le più inquietanti immagini possono andare a braccetto con le più inquietanti musiche che, insieme, in una sala buia, ti possono far vivere un incubo a occhi aperti.

Fantastico, no?

In realtà, con mio sommo stupore, crescendo ho scoperto che non tutte le persone sono così entusiaste all’idea di guardare un film horror. Molti non amano stare seduti e spaventarsi… incredibilmente.

Ora, non è che io voglia per forza convincere un cuore pavido a sedersi accanto a me a vedere un film horror a costo di farlo terrorizzare nei pantaloni… non sarebbe una bella cosa per nessuno.

Voglio solo condividere 5 buoni motivi secondo cui, a mio avviso, guardare un film horror sia cosa buona e giusta.

Se fai parte di quelli che si coprono gli occhi, di quelli che dopo aver visto un film horror dormono con la luce accesa e non si alzano nemmeno per andare in bagno, ti invito a continuare la lettura.

Se fai parte di quelli a cui i film horror non piacciono perché vogliono guardarsi un film giusto per rilassarsi e non vogliono vedere sangue, parti anatomiche fuori posto, mostri e esorcisti, ti invito a continuare la lettura.

Se, invece, fai parte di quelli che come me amano il genere, probabilmente alcune di queste cose le sai per esperienza o le hai sempre pensate, ma alcune forse le leggerai per la prima volta. Quindi, ti invito a continuare la lettura.

In fondo, ci sarà un motivo per cui così tante persone sono appassionate del genere horror?

Più di uno, in realtà.

Questi sono i miei 5.

 

 

1) UN TOCCASANA PER L’ORGANISMO

 

Escludendo i cardiopatici o le persone con altri gravi disturbi, mi sento di condividere questa informazione che, anche per me, è una relativa novità: guardare film horror fa bene alla salute. Da un test pubblicato nel 2003 su una fonte attendibilissima come PubMed risulta che la visione di un film horror stimola il sistema immunitario: un campione di 32 persone sane (donne e uomini) è stato suddiviso in due sottogruppi e uno dei due è stato sottoposto alla visione di The Texas Chain Saw Massacre (Non aprite quella porta, l’originale del 1974) e in questo sottogruppo è stata rilevata un’improvvisa attivazione della circolazione dei globuli bianchi.

A quanto pare guardare film horror ci può rendere indistruttibili…

Altro beneficio per il corpo è che si possono bruciare circa 200 calorie.

No, non sto scherzando.

Non ci credevo neanch’io ma il Dr. Richard Mackenzie (professore in metabolismo cellulare alla University of Westminster) afferma che durante la visione di un film horror il battito aumenta e, di conseguenza, la pressione, risultando in un improvviso rilascio di adrenalina che fa aumentare il metabolismo facendoci bruciare fino a 200 calorie.

Uno studio della stessa università ha rilevato le esatte calorie bruciate da un campione di 10 persone durante la visione di 10 celebri film horror:

  1. The shining – 184 calorie
  2. Jaws (Lo squalo) – 161 calorie
  3. The exorcist – 158 calorie
  4. Alien – 152 calorie
  5. Saw – 133 calorie
  6. A nightmare on Elm Street – 118 calorie
  7. Paranormal activity – 111 calorie
  8. The Texas Chain Saw Massacre (Non aprite quella porta) – 107 calorie
  9. The Blair witch project – 105 calorie
  10. [Rec] – 101 calorie

 

 

2) UN TOCCASANA PER LA MENTE

 

Insieme ad avere dei benefici sul nostro corpo, guardare film horror ha anche e soprattutto dei benefici sulla nostra psiche.

Sembra assurdo ma è così.

Durante la visione di un film horror il nostro cervello produce glutammato (neurotrasmettitore eccitatorio), serotonina e dopamina (due fra i cosiddetti ormoni della felicità). Detto in un linguaggio più umano l’effetto che un film horror ha sul nostro cervello è molto simile a quelle di alcune droghe e degli anti-depressivi. Senza nessun reale effetto collaterale, però, e in maniera del tutto naturale.

Il risultato è un effetto “anestesia” che ci calma e riduce il nostro livello di stress, specialmente lo stress e le ansie relativi ai problemi reali che abbiamo al di fuori del film.

Ripeto, sembra un’assurdità ma non lo dico io, lo dice la scienza. E se lo dice la scienza… sarà vero per forza, no?

Scherzi a parte, per esperienza so che davvero un film horror ha questo effetto contemporaneamente galvanizzante e rilassante. Soprattutto se sei come me e sei sempre stato un fanatico dell’horror.

Certo, se non sei abituato e sei particolarmente suscettibile mi sembra improbabile che guardando da solo The ring per la prima volta ti senta assolutamente calmo e disteso…

 

3) CONOSCI TE STESSO

 

Un altro vantaggio, di cui sono convintissima, è che vedere abitualmente film horror, soprattutto di diversi tipi e tematiche, è un ottimo modo per conoscere le proprie paure, i propri punti di debolezza e di forza.

È importante sapere cosa ti paralizza, cosa riesci a guardare fino in fondo e cosa ti lascia indifferente.

È una buona cosa sapere se il paranormale è il tuo punto debole, potresti scoprire tante cose di te stesso su cui non hai mai riflettuto o che non ricordavi più.

Se le storie di possessioni e esorcismi ti lasciano un’inquietudine che va oltre la fine del film può dipendere da un evento o trauma, rimosso o che ancora ricordi, dall’ambiente in cui sei cresciuto, da concetti da cui ti sei allontanato crescendo ma che magari rappresentano dei dubbi che ti sono sempre rimasti. Potresti rafforzare le tue credenze o rafforzare il tuo scetticismo.

E se i film splatter ti fanno rivoltare troppo lo stomaco… sai che probabilmente la chirurgia non è il tuo futuro.

La cosa più importante è che grazie ai film horror puoi sapere le reazioni del tuo corpo e della tua mente. E questa può essere un’informazione molto preziosa…

 

4) UN ALLEATO PER VINCERE LE PAURE

 

Ricordi quando ho detto che le paure sono direttamente collegate al nostro istinto di sopravvivenza?

Funziona così: per natura se ci viene mostrata un’immagine in cui compaiono un serpente e un gattino, il nostro cervello percepisce per prima la figura del serpente.

Questo è l’istinto di sopravvivenza che abbiamo in comune con gli altri animali e che ci ha permesso di sopravvivere nei millenni.

Oggi, però, questo istinto non è più così forte nell’uomo civilizzato perché non è più così esposto a certi pericoli mortali.

E questo è esattamente il motivo per cui molte persone guardando una scena terrificante si coprono gli occhi ma non possono fare a meno di sbirciare attraverso le dita.

Molti sostengono che i film horror facciano bene ai nostri geni perché agiscono da simulatori scatenando una reazione del nostro DNA e aumentando la reattività del nostro organismo nel lungo termine.

Ma, senza andare troppo nello scientifico, vivere un’esperienza spaventosa per finta può essere una sorta di training per la vita reale. Guardando abitualmente film horror impariamo ad affrontare le nostre paure e, in base al motivo n. 4, anche le paure che non sapevamo di avere.

Perché affrontare un’esperienza terrificante nella realtà senza aver mai provato niente di simile può invalidarci completamente, mentre spaventarsi davanti a un film che nel giro di un paio d’ore finirà, resta comunque una situazione di cui abbiamo il controllo… quello che vediamo non sta succedendo davvero e noi non siamo davvero in pericolo.

La sensazione fisica della paura, però, la proviamo davvero. E questo è un bene.

Si nasce con la paura. Il coraggio si sviluppa. Guardando in faccia la paura e affrontandola.

Quale modo migliore che essere seduti comodi potendo scegliere l’orario e la compagnia?

 

 

5) UNA BOTTA DI VITA

 

Last but not least, il motivo che tutti gli appassionati di film horror, thriller, splatter, snuff, catastrofici possono sicuramente confermare, è la famosa scarica di adrenalina.

L’adrenalina ci fa provare tutte quelle sensazioni fisiche e mentali di cui ho parlato prima e ci mette nel cosiddetto stato di “fight or flight” (“combatti o fuggi”) che si manifesta davanti al pericolo e al terrore. È una delle emozioni più forti che possiamo provare, che può farci reagire da supereroi o farci totalmente pietrificare.

Provare questa emozione nella realtà, trovandosi in una vera situazione spaventosa o di pericolo, non è una cosa molto allettante. Perché dovremmo davvero combattere o fuggire…

Tuttavia, provare solo l’emozione della paura, senza essere davvero in pericolo di morte, è tutta un’altra storia.

Guardando un gran bel film horror hai la possibilità di provare una sensazione fisica letteralmente elettrizzante. Si chiama “scarica” di adrenalina… Il tuo corpo subisce una scarica che ti fa pompare energia pura nelle vene.

Ti fa battere il cuore. Ti fa sentire vivo.

Questo è il vero motivo per cui così tante persone sono ossessionate da questi tipi di film. Thriller, ad esempio, sta per qualcosa che ti dà i brividi, che ti elettrizza.

Questa scarica di adrenalina , di sostanze “stupefacenti” naturali e di brividi è, appunto, una botta di vita, una fra le sensazioni fisiche più tangibili. È una risposta corporea, del tutto irrazionale, che rievoca i nostri istinti e piaceri primordiali. Per questo è divertente salire sulle montagne russe.

Per questo è divertente guardare film horror.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *